Sfratti Torino

Sfratti Torino

Gli sfratti a Torino sono specifici atti giudiziari che vengono operati nei confronti di persone che vivono in uno stabile o appartamento e che non pagano l’affitto, chiedendogli di riconsegnare l’immobile al legittimo proprietario dopo un periodo di tempo stabilito dalla legge. Gli sfratti a Torino possono essere richiesti per finita locazione, ovvero al termine del periodo di tempo previsto dal contratto, qualora ad esempio il proprietario dell’immobile ne avesse bisogno per motivi personali o per venderlo, oppure per morosità. Nel caso in cui il proprietario dell’immobile avesse assoluta necessità di entrare in possesso dell’immobile, ad esempio per venderlo in tempi brevissimi per necessità di denaro immediato, può eseguire lo sfratto per necessità, il quale viene disciplinato in specifici modi dalla legge. Nel caso invece in cui si optasse per gli sfratti a Torino per morosità essi possono essere chiesti in ogni momento, nel caso in cui il conduttore non abbia pagato l’affitto che doveva al proprietario dell’immobile per almeno 2 mesi del canone concordato.

Il procedimento di sfratto viene operato mediante un’intimazione da parte del proprietario o del suo avvocato nei confronti della persona che vive nell’appartamento e ce ha firmato il contratto di affitto. La citazione per la convalida deve essere notificata entro un tempo massimo 20 giorni prima che avvenga l’udienza di convalida.

Gli sfratti a Torino avvengono solitamente per morosità, soprattutto in periodi di crisi economica come quelli attuali nei quali molte persone non hanno al possibilità di pagare l’affitto dell’appartamento in affitto in cui risiedono, anche se non sono esenti i casi di sfratto per finita locazione o per necessità di vendita dell’immobile da parte del proprietario. Per informazioni sugli sfratti a Torino non estate a contattare un avvocato specializzato nel settore.

Comments

comments