Planimetrie catastali: si fa chiarezza nel Comune di Tortoreto

Planimetrie catastali: si fa chiarezza nel Comune di Tortoreto

Il piccolo Comune di Tortoreto viveva da anni una situazione di stallo per le proprietà comunali di transito pubblico: ogni volta che si doveva fare manutenzione, non si riusciva mai a capire quali terreni fossero di proprietà del Comune e quali del cittadino, con conseguenti problemi a livello burocratico.

Così, lo scorso anno, il Comune ha richiesto la planimetria catastale online di tutte le strade, le vie e le piazze del piccolo centro abitato. Il lavoro è stato lungo e complesso: le planimetrie catastali servivano a dire l’ultima parola su procedure che si protraevano da decenni.

La situazione delle strade di Tortoreto era diventata insostenibile per i cittadini stessi, mentre il Comune non poteva motivare le spese per le attività minime per la comunità. Le planimetrie catastali online hanno interessato piccoli edifici, ma soprattutto strade di interesse strategico per la piccola cittadina.

Al termine degli studi, ogni planimetria catastale è stata consegnata al Comune di Tortoreto con tutti i riferimenti e i dettagli del caso, zona per zona. Ora che le planimetrie catastali sono state completate, il Comune conta di poter creare una mappa per organizzare i diversi lavori di manutenzione necessari.

Ovviamente, tutte queste procedure necessitano di tempo: le planimetrie catastali sono servite a determinare gli spazi, ma sarà importante dare la possibilità ai cittadini di dimostrare eventuali errori (per esempio per immobili di proprietà che si trovano sulla strada comunale).

I proprietari avranno tempo 30 giorni per dimostrare che le abitazioni di loro proprietà non sono di interesse comunale, anche se erroneamente inserite in una planimetria catastale presentata in Comune.

Passato questo periodo, il Comune potrà procedere alle gare di appalto per rendere la città più vivibile. L’utilizzo delle planimetrie catastali ha reso il Comune più trasparente nei confronti dei cittadini.

Quante volte abbiamo sentito degli espropri demaniali dei Comuni in nome dell’interesse di tutti? In questo caso, invece, gli espropri si basano sulle planimetrie catastali che possono essere consultate pubblicamente e in tempi relativamente ristretti: il Comune è riuscito in un anno a produrre la documentazione necessaria e a mettersi al passo in base alle esigenze dei cittadini. Un vero esempio di eccellenza!

Comments

comments