Le ultime notizie

Le ultime notizie

 

Vi riportiamo di seguito i migliori giornali e siti online dove informarsi sulle ultime notizie. Ricordatevi che i migliori giornali online che non per forza coincidono con i migliori giornali cartacei. Negli ultimi anni il mondo informativo italiano è cambiato radicalmente e i grossi editori italiani devono accelerare molto in questi cambiamenti se non vogliono essere sorpassati da nuove iniziative, agili e veloci, e che non hanno il fardello di dover mantenere costose e lente testate cartacee.

Sostieni Report e Milena Gabanelli. Fai MI PIACE e segnala ai tuoi amici!

Il punto di partenza più importante in Italia per quanto riguarda l’informazione online:

Repubblica.it

Il sito è attualmente il primo per quanto riguarda le news. Questo dai dati di rilevazione Audiweb che misura l’audience online. Il sito inoltre ha un ottimo canale video, aggiornato in tempo reale.

 

Nel giro di un anno si è conquistato una delle prime posizioni nel settore delle news online:

Il Fatto Quotidiano

Guidato dal bravissimo giornalista Peter Gomez il sito ha anche un canale video

 

Lo mettiamo solo per il suo brand e la sua storia:

Corriere.it

La sua “imparzialità” non ci piace molto. Comunque andateci e giudicate voi!

Sostieni Report e Milena Gabanelli. Fai MI PIACE e segnala ai tuoi amici!

Dagospia.com – Cercate un sito che vi informa sui retroscena politici e finanziari? Fra il gossip e la notizia? Dagospia è il sito giusto!

 

 Un punto di informazione da non perdere in merito all’informazione finanziaria:

Ilsole24ore.com

 

Se cercate una radio che vi informa in maniera completa e divertente su economia e news, qui siete nel posto giusto:

Radio24

 

Un esperimento televisivo, guidato da Michele Santoro, che sta facendo scuola nel settore televisivo italiano:

Servizio Pubblico

Se l’esperimento avrà buon esito ( e i dati sembrano confermare questo) si apriranno scenari impensabili. Ben 100.000 spettatori hanno versato 10 euro per sostenere l’iniziativa.

 

Il sito di news internazionale ormai famosissimo nel mondo:

AlJazeera

 

 

 

 

Qui invece riportiamo le maggiori informazioni sugli accadimenti nell’ultimo anno che riguardano il mondo business nelle ultime notizie.

News Corporation: altro calo in Borsa
Si è registrato un’ altro forte calo in Borsa della News Corporation, la capogruppo dell’impero mediatico del magnate australiano Rupert Murdoch, che è parte di uno scandalo dalle grandi dimensioni per le intercettazioni illegali portate aventi per anni dal tabloid britannico controllato News of the World. L’editore ha già chiuso il quotidiano , ma la faccenda non sembra finita quì, visto che lo scorso fine settimana è stata arrestata l’ex direttrice Rebekah Brooks, e poi rilasciata su cauzione. Da evidenziare, poi, che si è dimesso il capo di Scotland Yard, ed ora si teme che anche il premier britannico , David Cameron, possa venire coinvolto in questa intricata questione che ha le potenzialità per estendersi sia in Australia che negli Usa. La settimana passata alla borsa di Sydney le azioni della News Corporation avevano già registrato forti ribassi dell’11,9 per cento. Oggi questo trend non è cambiato e , addirittura, si è accentuato visto che c’è stato un calo di 4,13 % a fine scambi, a 14,16 dollari.

 

Amazon e la rivoluzione delle news con Kindle

Amazon ha da poco presentato sul mercato i suoi Kindle Fire e Kindle Touch. Ma l’azienda di Jeff Bizzos non ha alcuna intenzione di fermarsi e, anzi, continua la sua forte espansione. Amazon starebbe trattando con la Hewlett-Packard per l’acquisizione di Palm e WebOs e fonti ben informate dicono che abbia parecchia fretta di concludere un contratto. Del resto, altre fonti ben informate fanno presente che HP ha la ferma intenzione di liberarsi al più presto di Palm e per questo motivo Amazon sarebbe agevolata. Naturalmente, è lecito pensare che la casa di Bizzos non sia interessata a Palm in sé, quanto piuttosto a webOS, ossia la piattaforma che, in futuro, potrebbe essere integrata sui tablet Kindle Fire al posto di Android. Gli esperti del settore definiscono webOS un sistema operativo con delle potenzialità buone che, grazie all’acquisizione da parte di Amazon, potrebbe migliorarsi e diventare più flessibile e competitivo.