La visura targa contro la truffa dell’auto usata

La visura targa contro la truffa dell’auto usata

La visura targa potrebbe essere una risposta utile contro il sistema delle auto usate spacciate per nuove. La truffa è diffusa in tutta Europa: una piccola manipolazione al contachilometri consente di vendere un’auto usata come se fosse appena uscita dal concessionario.

Le proporzioni della truffa sono ormai immense: 9,6 miliardi di Euro che incidono sulle tasche degli automobilisti. A favorire la diffusione del reato ci sono le pene poco severe (spesso basta pagare una multa) e la rara consultazione della visura targa online.

Per risolvere la situazione, in Belgio è stato istituito il Car-Pass. Si tratta di un sostituto della visura targa italiana, che consente di rintracciare i chilometri percorsi da un’auto in un unico database online, fruibile a tutti gli addetti del settore.

Una visura targa “speciale”, quindi, che andrebbe a combattere l’insorgenza dell’odioso fenomeno, soprattutto in un periodo di crisi. Per ottenere un calcolo affidabile, oltre alla visura targa o Car-Pass, in Belgio si utilizza un piccolo strumento, che, una volta installato sul mezzo, calcola i chilometri percorsi senza rischio di manomissioni.

Il costo di questo strumento è di 150 Euro, ma in Belgio è ormai obbligatorio. Uno strumento del genere, accanto alla visura targa aggiornata, riesce così ad arginare il fenomeno: anche se il proprietario tenterà la truffa modificando la targa, lo strumento segnalerà gli effettivi chilometri percorsi dal mezzo, vanificando l’impresa.

Il sistema di monitoraggio online impedisce poi ai truffatori di manomettere i chilometri, perché il registro è disponibile solo se si è un addetto ai lavori. Un sistema simile allo strumento da installare è la chiave elettronica. Ormai si usa comunemente nei mezzi di nuova generazione.

La chiave elettrica memorizza i chilometri percorsi dall’auto, quindi, basterà fare riferimento alla chiave e alla visura targa per evitare le truffe di questo genere. Ultimo strumento per difendersi sono le revisioni obbligatorie: in Belgio, ogni cambiamento al mezzo (anche un cambio gomme) viene rendicontato, consentendo così una scoperta più veloce della truffa.

Grazie a queste innovazioni, il Belgio ha ridotto drasticamente i reati simili, tanto che in Europa si sta pensando di sostituire la visura targa con lo strumento belga.

Comments

comments