Il certificato di morte per la disdetta da Enel

Il certificato di morte per la disdetta da Enel

Disdetta da Enel per decesso

Annullare un contratto Enel a causa del decesso dell’intestatario è facile. Bisogna andare sul sito del fornitore e trovare il modulo relativo. Questo modulo può essere compilato direttamente al computer, o scaricato in formato cartaceo, compilato in ogni sua parte a mano, in scrittura chiara e comprensibile, e firmato da un parente del defunto, che indicherà anche il codice cliente indicato in qualsiasi fattura. Se qualche dato fosse scorretto, la richiesta di annullamento non sarà accettata.

 

Certificato di morte e documento d’identità

Tanto il certificato di morte, quanto la fotocopia della carta d’identità del parente che ha firmato, devono essere allegati alla richiesta di disdetta da inviare alla sede centrale di Enel a Potenza (codice di avviamento postale 85100, casella postale 8080) tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

Certificato di morte e copia della carta d’identità del parente devono essere inviati anche se non si desidera cessare la fornitura, ma semplicemente cambiare intestatario. In questo caso, ovviamente, il modulo cui allegare questi documenti è diverso.

È, inoltre, possibile annullare la propria richiesta di cessazione o cambio d’intestatario, chiamando il servizio clienti Enel.

 

Tempi

Per terminare la fornitura o cambiare l’intestatario di solito è necessario aspettare qualche giorno da quando l’azienda riceve la domanda. Quando la modifica sarà fatta, il parente che ha firmato sarà contattato via telefono.

 

Comments

comments