Filippo Sugar: una ventata di novità in seno alla Siae

Filippo Sugar: una ventata di novità in seno alla Siae

In passato Filippo Sugar ha espresso alcune critiche nei confronti della Siae, una società infatti a suo avviso segnata dalla poca capacità di rispondere a quelle che sono le esigenze degli autori di oggi. Filippo Sugar per ben 20 anni ha lavorato nel gruppo di famiglia Sugar Music portando al successo nomi del calibro di Negramaro o Elisa, critiche che si basano sull’esperienza diretta quindi e sui problemi che gli autori si trovano ogni giorno ad affrontare. Oggi questi problemi possono trovare una soluzione proprio grazie a Filippo Sugar che è infatti diventato il presidente della società.

Filippo Sugar ha affermato che sotto la sua presidenza la Siae si rimetterà al passo con i tempi che corrono e riuscirà a combattere in modo intenso la pirateria digitale. La pirateria è infatti uno dei grandi mali della nostra epoca che non permette agli autori di ottenere il giusto riconoscimento per la loro opera, riconoscimento anche ovviamente economico.

Per raggiungere questo obiettivo Filippo Sugar ha in mente molti cambiamenti che cercherà di mettere in atto nel giro dei prossimi due anni per eliminare il più possibile la burocrazia a favore di una maggiore semplicità per tutti, per gli associati e per coloro che vogliono poter sfruttare le loro opere. La parola chiave è apertura. La Siae deve cercare di essere più aperta infatti verso i suoi associati, con una comunicazione più efficace e più semplice. Deve però cercare anche di essere aperta verso gli altri paesi per cercare di gestire il diritto d’autore al meglio non solo entro i propri confini. Apertura, certo, ma anche innovazione, perché la società degli autori e degli editori deve capire che le nuove tecnologie non hanno solo aspetti negativi, possono anzi essere considerati degli strumenti più che positivi che aiutano a distribuire le opere al meglio e che aiutano a raggiungere un maggiore numero di utenti. Come ogni novità è il modo in cui la tecnologia è stata utilizzata quindi ad essere stato sino ad oggi negativo e non la tecnologia stessa.

Molti inoltre gli accordi previsti da Filippo Sugar per riuscire a raggiungere i suoi obiettivi. Ricordiamo infatti l’accordo con YouTube, accordo questo che oggi si rinnova e che permette di legalizzare molti dei contenuti presenti sul portale garantendo un corrispettivo economico per click ai loro autori. Ricordiamo inoltre il più recente accordo con Sky che permette alla Siae di raggiungere finalmente anche il piccolo schermo.

Sono molti i sostenitori della Siae e del progetto rivoluzionario che Filippo Sugar vuole mettere in atto. Primo fra tutti anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Mattarella l’anno passato durante la Festa del Libro aveva già affermato quanto fosse importante la tutela della creatività per la diffusione della cultura italiana nel mondo e di recente ha richiamato l’attenzione sempre su questo tema con un occhio di riguardo al web, ai suoi elementi di criticità e alle opportunità che offre.

Comments

comments